Prima Squadra

Soresinese – Città di Sangiuliano 1-1

Soresinese: Buonaiuto, Migliorati (1’ st Marfo), Ragusa, Fiorentini (6’ st Myrteza), Profeta, Maffi, Brunetti, Doi, Lahdili, Dognini (40’ st Caporali), Guercio (15’ st Bianchessi). All.: Cantoni

Città di Sangiuliano: Acerbi, Piagni, Manzoni, Milani (20’ st Cortesi), Vacca, Volpini, De Filippis (14’ st Diana), Trovato (25’ st Pirona), Panigada (30’ st Volpi), Perini, Odi (42’ st Necchi). All.: Tanelli

Arbitro: Pojani di Brescia

Reti: 44’ pt Odi, 10’ st Dognini

Primo punto in campionato per un Città di Sangiuliano che mostra evidenti segnali di crescita. Gli accorgimenti tattici di Paolo Tanelli danno sostanza a una squadra che sembra solo aver bisogno di sbloccarsi soprattutto dal punto di vista psicologico. Il bicchiere resta mezzo pieno dopo il pareggio sul campo della Soresinese al termine di una gara che ha visto i gialloverdi imporre il proprio gioco per lunghi tratti. Al suo esordio, dopo solo un allenamento, Tanelli disegna un 4-2-3-1 con Acerbi tra i pali e linea difensiva composta da Vacca (che indossa anche la fascia di capitano) e Volpini centrali, mentre Piagni e Manzoni sono gli esterni. Davanti alla difesa Milani con Trovato e sulla linea dei trequartisti De Filippis e Odi giostrano sugli esterni mentre Perini è il centrale più avanzato a sostegno di Panigada attaccante centrale. Prima iniziativa di marca sangiulianese al 15’ con Panigada che da fuori area impegna Buonaiuto. La Soresinese si fa vedere al 20’ con un tiro girare di Lahdili che Acerbi neutralizza. Il Sangiuliano va vicino al vantaggio al 40’ quando Panigada va via sulla sinistra, salta l’uomo, mette al centro per Perini che manda fuori di un soffio. Gara che si sblocca poco prima del riposo quando Manzoni velocizza una rimessa laterale servendo Panigada che dalla sinistra supera un avversario e serve Odi che di testa non fallisce il bersaglio. Nella ripresa De Filippis va in rete all’8’, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Due minuti dopo Dognini firma il pareggio. La squadra di Tanelli non ci sta e al 23’ va a un passo dal nuovo vantaggio con Perini che serve su punizione Panigada che da centro area spara in porta con una rovesciata, il portiere respinge, riprende Cortesi che gli calcia però addosso. Prima del fischio finale due clamorose opportunità per i gialloverdi, prima con un fallo di mano in piena area di rigore non ravvisato dall’arbitro e poi con Necchi che lanciato da un colpo di testa di Volpi, si trova tutto solo davanti a Buonaiuto che gli chiude lo specchio.