Prima Squadra

Panigada e De Filippis fanno volare il Sangiuliano

Città di Sangiuliano – Castelleone 2-1

Città di Sangiuliano: Acerbi, Diana, Manzoni, Milani, Vacca, Alessi (21’ st Piagni), Trovato (25’ st Pirona), Perini, Odi (15’ st De Filippis), Monteverde (38’ st Volpini), Panigada. All.: Tanelli

Castelleone: Bengasi, Barborini (19’ st Viviani), Amighetti (14’ st Filippini), Sangiovanni, De Goes (29’ st Bianchessi), Bonizzi, Ghidelli, Sacchi (32’ st Colturani), Rebucci, Lera (14’ st Gallarini), Armanni. All.: Bettinelli

Arbitro: Di Summa di Varese

Reti: 41’ pt Panigada, 27’ st De Filippis, 42’ st Rebucci

Il ruggito del Sangiuliano arriva proprio nel momento più opportuno. I gialloverdi schiantano anche la (ex) capolista Castelleone, grazie alle reti di Panigada e De Filippis, conquistano la seconda vittoria di fila e avvicinano a un solo punto la vetta della classifica. Sul campo di Tavazzano, (il comunale di via Risorgimento sarà pronto a metà ottobre circa) Tanelli rispetto a domenica scorsa deve rinunciare a Volpi per un problema muscolare, mentre in difesa Manzoni prende il posto di Volpini al centro. Sulle corsie esterne confermati Diana a destra e Alessi a sinistra. A centrocampo Perini staziona al centro con Milani e Trovato a sostegno, mentre Monteverde agisce alle spalle di Odi e Panigada. Rispondono gli ospiti con un 4-2-3-1 che ha in Rebucci il terminale offensivo. Prima fase a ritmi bassi complice anche il gran caldo. Al 15’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Odi, Manzoni tocca di prima intenzione sul palo vicino, ma la palla esce di poco. Ancora la squadra di Tanelli pericolosa al 18’ con Odi che ci prova con un sinistro dal limite che esce di poco oltre la traversa. Al 25’ è quindi Panigada su punizione a sfiorare il vantaggio, complice anche una deviazione della barriera. Sul versante opposto è bravo Acerbi a scegliere bene il tempo dell’uscita anticipando Rebucci lanciato a rete. Al 34’ l’episodio che potrebbe sbloccare la gara con il calcio di rigore che si guadagna Panigada. Dal dischetto però lo stesso attaccante gialloverde si fa ipnotizzare da Bengasi che gli respinge il tiro. Ci impiega però poco a farsi perdonare il numero 11 del Sangiuliano, perché al 41’ sfodera un destro micidiale, da posizione defilata che si insacca sul palo opposto. Ripresa che si apre con un brivido per la difesa gialloverde, salvata dal palo sul calcio di punizione di Rebucci, poi l’arbitro ferma l’azione per fuorigioco. Castelleone a un passo dal pareggio al 26’ quando Gallarini si libera sulla sinistra e conclude sul secondo palo dove Vacca tocca di testa rischiando l’autorete. Ci pensa però un grande De Filippis a mettere in ghiaccio la partita con un sinistro al fulmicotone che si insacca sul palo opposto. Sangiuliano che poi sembra gestisce senza difficoltà il doppio vantaggio, ma nel finale Rebucci trova il tempo per saltare in mezzo alla difesa gialloverde e battere Acerbi di testa. Prima del fischio finale De Filippis va vicino al 3-1 con un diagonale che si perde di poco a lato. Finisce così con il settimo punto conquistato da Tanelli in tre partite che porta il Sangiuliano a un passo dalla vetta. E proprio il tecnico gialloverde al termine della gara non nasconde la propria soddisfazione: .