Prima Squadra

Il Città di Sangiuliano non sbaglia un colpo

Città di Sangiuliano – Orceana 3-1

Città di Sangiuliano: Acerbi, Secchi, Manzoni, Milani, Volpini, Piagni, Pirona, Cortesi (40’ st De Filippis), Odi (35’ st Monteverde), Perini, Panigada (18’ st Volpi). All.: Tanelli

Orceana: Girelli (21’ st Manenti), Passera, Morelli (31’ st Zilioli), Pedretti (21’ st Deprà), Vezzoli (28’ st Roncali), Gioia, Gjnika, Orsini, Barezzani, Panina, Rubetti (38’ st Zanchi). All.: Tomasoni

Arbitro: Safiotti di Como

Reti: 1’ pt Pirona, 16’ pt Odi, 17’ pt Passera, 45’ pt Panigada

Non sbaglia un colpo il Città di Sangiuliano che a Tribiano contro l’Orceana centra la terza vittoria consecutiva e si mantiene al primo posto. In una gara tutt’altro che scontata, la capolista, soprattutto nella prima parte, per qualità di gioco, intensità e atteggiamento, mettono in campo una delle migliori prove stagionali. Passano poco più di dieci secondi e i gialloverdi sono già avanti grazie a Pirona (titolare per la seconda gara consecutiva) che parte da centrocampo e scarica in porta il pallone dell’immediato vantaggio. Ancora il numero 7 gialloverde pericoloso dopo qualche istante con un tocco ravvicinato che il muro difensivo ospite respinge. La squadra di Paolo Tanelli insiste e al 15’ Panigada dalla sinistra impegna Girelli, poi sul proseguimento dell’azione Odi ribadisce in rete con la difesa ospite ferma in attesa di un fischio dell’arbitro che invece non arriva. Passa però solo un minuto e l’Orceana torna in partita con il diagonale di Passera che dalla destra sorprende Acerbi sul primo palo. Gara ricca di spunti con il Sangiuliano che al 21’ va subito vicino al terzo gol prima con la bella conclusione dal limite di Cortesi, salvata in angolo da Girelli e poi con il destro di Manzoni sul quale si oppone ancora il portiere ospite. Grande manovra avvolgente dei gialloverdi che al 32’ porta alla conclusione Perini, ancora una volta il migliore in campo, il cui sinistro dal limite è respinto da Girelli. Prima del riposo Panigada si libera di forza di due avversari, mette al centro dalla sinistra dove Cortesi deposita in rete, ma il guardalinee ha la bandierina alzata. Ancora Panigada ci prova con uno scavetto, ma il portiere si oppone. Proprio a una manciata di secondi dal riposo, lo stesso Panigada si inventa il gol del 3-1, partendo da centrocampo e saltando di forza il diretto avversario per poi ubriacare il portiere con una serie di finte, prima di depositare in rete l’ottavo sigillo personale. Ripresa che si apre con l’Orceana subito vicina al gol con un pallonetto di Barezzani che si alza di un nulla sopra la traversa. Sul versante opposto Panigada manda alto di testa. Il Sangiuliano controlla bene e senza particolari affanni il doppio vantaggio, peccando qualcosa in fase di concretezza. Nel finale ci prova anche Volpi con un bello stacco di testa, ma trova la pronta risposta di Manenti. Finisce con un 3-1 che consolida il primato della squadra di Tanelli che sembra aver trovato il passo giusto.

Prima Squadra

Il Sangiuliano vola al primo posto

Bresso – Città di Sangiuliano 0-1

Bresso: Crudo, Ripamonti, Tremolada, Andreoni, Brignola, Scchini, Albamonte (33’ st Bajoni), Lombardo, Cavaliere, Prada (28’ st Zumpano), Siviero (22’ st Scaratti). All.: Tomanin

Città di Sangiuliano: Acerbi, Secchi, Manzoni, Milani, Volpini, Piagni, Pirona, Cortesi (27’ st Trovato), Odi, Perini, Panigada (41’ st Volpi). All.: Tanelli

Arbitro: Pigozzi di Lomellina

Rete: 35’ st Odi

Il guizzo di Odi a dieci minuti dalla fine vale il primo posto per il Città di Sangiuliano. I gialloverdi sbancano anche Bresso, mantengono inviolata la porta per la seconda partita consecutiva e soprattutto trovano per la prima volta in stagione la vetta della classifica. A completare la settimana d’oro del Sangiuliano anche il primato della Juniores nei Regionali B. Una gara difficile, spigolosa, contro un avversario imbottito di giovani di qualità che ha tenuto testa alla squadra di Paolo Tanelli priva di Diana che non ce la fa, così come Alessi e De Filippis. La prima fase vede prevalere un sostanziale equilibrio con le due squadre che non sembrano voler rischiare. Prima tiro verso la porta al 18’ con Andreoni che manda a lato. Ancora Bresso che ci prova con una conclusione dalla distanza di Prada, facilmente parata da Acerbi. Sul versante opposto è Panigada a liberarsi bene in area, ma poi il tiro verso la porta di Crudo è troppo debole. Nella ripresa il Sangiuliano entra in campo con altro piglio e al 5’ va subito vicino al vantaggio con Pirona che si libera di forza, calcia verso la porta dove Crudo si oppone deviando sulla traversa, poi Perini in rovesciata mette in rete, ma il direttore di gara annulla per fuorigioco. Un minuto dopo Acerbi è provvidenziale con la bella parata sul Prada che si libera sul vertice destro dell’area di rigore, rientra e conclude di sinistro, ma il numero 1 gialloverde salva in angolo. Ancora padroni di casa pericolosi prima con Ripamonti che scende dalla destra e mette al centro dove nessuno ci arriva e poi con Siviero che dalla parte opposta calcia in diagonale, ma Prada in scivolata non ci arriva. Al 15’ ci prova Cortesi con un colpo di testa fuori di poco, mentre al 21’ ancora il capitano gialloverde manda a lato dal limite con un potente destro. Al 25’ grande azione di Panigada sulla sinistra che mette al centro dove Crudo anticipa Odi all’ultimo. Al 35’ il gol partita con Odi che sfugge alla morsa difensiva e con freddezza batte il portiere per la vittoria più pesante del Sangiuliano.

Prima Squadra

Il Sangiuliano sbanca Romanengo

Romanengo – Città di Sangiuliano 0-3

Romannego: Marenzi, Stringa, Piloni, Rexho, Bellani, Pelizzari, Coti (18’ st Miglioli A.), Salvini, Sala, Gibeni, Gallarini. All.: Miglioli

Città di Sangiuliano: Acerbi, Diana, Manzoni, Milani, Volpini, Alessi, Trovato (8’ st Pirona), Cortesi, Odi (45’ st Graci), Perini, Panigada. All.: Tanelli

Arbitro: Calzolari di Albenga

Reti: 33’ pt Diana, 40’ st Panigada su rigore, 45’ st Panigada

Il Città di Sangiuliano alza la voce e si impone con grande autorità sul campo del Romanengo, sfoderando anche la miglior prestazione stagionale. Ci pensano Diana e il solito Panigada, che con una doppietta sale anche in vetta alla classifica dei marcatori con sette reti in altrettante giornate, a timbrare il 3-0 finale. Attenta in fase difensiva, compatta a centrocampo e spietata in avanti, la squadra di Paolo Tanelli, mette in bella mostra tutto il suo potenziale. Il tecnico lodigiano schiera un inedito 4-3-3 con Acerbi tra i pali, Manzoni e Volpini coppia centrale, Diana a destra e Alessi a sinistra che competano la retroguardia. A centrocampo Perini è supportato da Milani e Cortesi, mentre in avanti Panigada agisce da prima punta con Odi e Trovato a sostegno. I gialloverdi giocano un calcio propositivo fin da subito e al 3’ ci prova Diana con una conclusione da fuori che termina oltre la traversa. Dopo un paio di minuti Odi serve Cortesi che con un cambio di gioco libera Panigada sulla sinistra, ma il suo tiro a incrociare è salvato in angolo da Marenzi. Padroni di casa che si fanno pericolosi intorno alla mezz’ora quando Gallarini si trova a tu per tu con Acerbi, bravo e decisivo a chiudergli lo specchio con un grande intervento. Sul versante opposto però è Diana che si libera di tre avversari dalla destra e con un tocco di punta trova lo spiraglio giusto per battere il portiere locale. Nella ripresa la squadra di Tanelli guidata a centrocampo da un Perini sempre al centro della manovra gestisce senza sbavature il prezioso vantaggio e al momento giusto colpisce. Nel frattempo il Romanengo resta anche in dieci per il rosso diretto a Gallarini dopo un fallo ai danni di Cortesi. Panigada viene quindi fermato dall’arbitro che gli annulla una rete per fuorigioco, poi lo stesso numero 11 ci prova dalla distanza senza fortuna. E’ poi la volta di Cortesi con una spettacolare rovesciata a sfiorare il raddoppio al termine di una bella azione corale dei gialloverdi. Qualche istante ci prova Perini con una sassata dal limite che trova però la grande risposta di Marenzi che si rifugia in angolo. Nel finale si scatena Panigada che prima realizza il rigore del 2-0 e poi conclude con un tiro a girare una bella azione innescata da Perini.

Prima Squadra

Terza vittoria di fila e primato nel mirino

Città di Sangiuliano – Solese 1-0

Città di Sangiuliano: Acerbi, Diana (43’ st Secchi), Manzoni, Milani, Volpini, Riccardi, Trovato (10’ st Pirona), Perini, De Filippis (21’ st Odi), Monteverde (35’ st Volpi), Panigada (43’ st Vacca). All.: Tanelli

Solese: Quadranti, Papillo (27’ st Suppa), Mottura (40’ st Molinari), Lora (1’ st Bezzi), D’Auria (33’ st Fossati), Battista, Gesti, Riboldi, Leo (12’ st Sironi), Galli, Corsaro. All.: Bestetti

Arbitro: Riboli di Crema

Rete: 29’ pt Panigada

Arriva sul neutro di Locate la terza vittoria consecutiva per il Città di Sangiuliano, che tiene nel mirino il primo posto, distante solo una lunghezza. Ci pensa ancora Stefano Panigada al suo quarto centro di fila a regalare il decimo punto in quattro partite a Paolo Tanelli. Gara che i gialloverdi tengono sempre in pugno anche se manca il colpo del ko, soprattutto nella seconda fase. Rispetto a domenica scorsa al centro della difesa rientra Volpini, mentre Vacca parte dalla panchina e sulla sinistra Alessi ha un problema, così il suo posto viene preso da Riccardi, all’esordio da titolare. Al 12’ è proprio l’ex Fanfulla che dalla sinistra mette al centro un bel pallone sul quale si sta per avventare Panigada, ma Quadranti lo anticipa all’ultimo. Ancora Panigada al 24’ viene lanciato a rete da Perini, ma il suo sinistro da distanza ravvicinata termina fuori di poco. E’ sempre Panigada che al 29’ si inventa letteralmente l’1-0 liberandosi di forza del proprio diretto marcatore e poi entrato in area dalla sinistra scarica sotto la traversa il gol che apre la partita. Rischia però grosso il Sangiuliano qualche minuto dopo con Gesti che in mezza rovesciata, da due passi manda a fil di palo il pallone del possibile pareggio. La ripresa si apre con la Solese in avanti, ma la conclusione di Gesti è facile preda di Acerbi. Sul versante opposto Monteverde ruba un buon pallone, serve De Filippis in profondità che mette al centro per Panigada la cui rovesciata volante è però alta. Sangiuliano vicino al raddoppio con Pirona al 23’, lanciato da Monteverde, ma il suo pallonetto è salvato sulla riga da un difensore. Al 34’ è Panigada a cercare la conclusione dalla distanza che però si perde lontano dall’incrocio. Qualche istante dopo Acerbi è provvidenziale nella tempestiva uscita su Riboldi che si trova a tu per tu con il numero 1 gialloverde. Il Sangiuliano controlla poi senza affanno fino al triplice fischio.

Prima Squadra

Panigada e De Filippis fanno volare il Sangiuliano

Città di Sangiuliano – Castelleone 2-1

Città di Sangiuliano: Acerbi, Diana, Manzoni, Milani, Vacca, Alessi (21’ st Piagni), Trovato (25’ st Pirona), Perini, Odi (15’ st De Filippis), Monteverde (38’ st Volpini), Panigada. All.: Tanelli

Castelleone: Bengasi, Barborini (19’ st Viviani), Amighetti (14’ st Filippini), Sangiovanni, De Goes (29’ st Bianchessi), Bonizzi, Ghidelli, Sacchi (32’ st Colturani), Rebucci, Lera (14’ st Gallarini), Armanni. All.: Bettinelli

Arbitro: Di Summa di Varese

Reti: 41’ pt Panigada, 27’ st De Filippis, 42’ st Rebucci

Il ruggito del Sangiuliano arriva proprio nel momento più opportuno. I gialloverdi schiantano anche la (ex) capolista Castelleone, grazie alle reti di Panigada e De Filippis, conquistano la seconda vittoria di fila e avvicinano a un solo punto la vetta della classifica. Sul campo di Tavazzano, (il comunale di via Risorgimento sarà pronto a metà ottobre circa) Tanelli rispetto a domenica scorsa deve rinunciare a Volpi per un problema muscolare, mentre in difesa Manzoni prende il posto di Volpini al centro. Sulle corsie esterne confermati Diana a destra e Alessi a sinistra. A centrocampo Perini staziona al centro con Milani e Trovato a sostegno, mentre Monteverde agisce alle spalle di Odi e Panigada. Rispondono gli ospiti con un 4-2-3-1 che ha in Rebucci il terminale offensivo. Prima fase a ritmi bassi complice anche il gran caldo. Al 15’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Odi, Manzoni tocca di prima intenzione sul palo vicino, ma la palla esce di poco. Ancora la squadra di Tanelli pericolosa al 18’ con Odi che ci prova con un sinistro dal limite che esce di poco oltre la traversa. Al 25’ è quindi Panigada su punizione a sfiorare il vantaggio, complice anche una deviazione della barriera. Sul versante opposto è bravo Acerbi a scegliere bene il tempo dell’uscita anticipando Rebucci lanciato a rete. Al 34’ l’episodio che potrebbe sbloccare la gara con il calcio di rigore che si guadagna Panigada. Dal dischetto però lo stesso attaccante gialloverde si fa ipnotizzare da Bengasi che gli respinge il tiro. Ci impiega però poco a farsi perdonare il numero 11 del Sangiuliano, perché al 41’ sfodera un destro micidiale, da posizione defilata che si insacca sul palo opposto. Ripresa che si apre con un brivido per la difesa gialloverde, salvata dal palo sul calcio di punizione di Rebucci, poi l’arbitro ferma l’azione per fuorigioco. Castelleone a un passo dal pareggio al 26’ quando Gallarini si libera sulla sinistra e conclude sul secondo palo dove Vacca tocca di testa rischiando l’autorete. Ci pensa però un grande De Filippis a mettere in ghiaccio la partita con un sinistro al fulmicotone che si insacca sul palo opposto. Sangiuliano che poi sembra gestisce senza difficoltà il doppio vantaggio, ma nel finale Rebucci trova il tempo per saltare in mezzo alla difesa gialloverde e battere Acerbi di testa. Prima del fischio finale De Filippis va vicino al 3-1 con un diagonale che si perde di poco a lato. Finisce così con il settimo punto conquistato da Tanelli in tre partite che porta il Sangiuliano a un passo dalla vetta. E proprio il tecnico gialloverde al termine della gara non nasconde la propria soddisfazione: .

Prima Squadra

Città di Sangiuliano – Cinisello 3-2

Città di Sangiuliano: Acerbi, Diana, Alessi, (38’ st Piagni) Milani, Vacca, Volpini, De Filippis (40’ st Manzoni), Perini, Volpi (25’ st Panigada), Monteverde (15’ st Odi), Trovato. All.: Tanelli

Ciniselllo: Genchi, Facchetti, Brevi, Petrone, Fronda, Villa A., Maiolo (36’ st Lazzaro), Guarino, Villa N., Alitto (1’ st Elli), Iacopetta. All.: Quattromini

Arbitro: Cisternini di Seregno

Reti: 12’ st Volpi, 20’ st Villa A., 26’ st Villa N., 30’ st Panigada, 39’ st Panigada

La doppietta di uno scatenato Panigada e il gol di Volpi regalano la prima importante vittoria al Città di Sangiuliano al termine di una gara dalle mille emozioni. La squadra di Paolo Tanelli si impone 3-2 sul Cinisello, al Guazzelli di Riozzo esaurito in ogni ordine di posto. Primo tempo con poche emozioni, poi nella ripresa arriva il gol di Volpi a portare in vantaggio i gialloverdi, dopo una decina di minuti. Ospiti che però reagiscono e prima trovano il pareggio con il colpo di testa di Andrea Villa che anticipa tutti, poi dopo qualche minuto ci pensa Niccolò Villa a ribaltare il risultato. Tanelli si gioca la carta Panigada e l’attaccante milanese stravolge la partita in pochi minuti. Alla mezz’ora pareggia i conti con un gran colpo di testa e poco dopo si inventa un gol con un tiro a girare che vale il definitivo 3-2. La gioia moderata di Paolo Tanelli al termine della gara: .

Prima Squadra

Soresinese – Città di Sangiuliano 1-1

Soresinese: Buonaiuto, Migliorati (1’ st Marfo), Ragusa, Fiorentini (6’ st Myrteza), Profeta, Maffi, Brunetti, Doi, Lahdili, Dognini (40’ st Caporali), Guercio (15’ st Bianchessi). All.: Cantoni

Città di Sangiuliano: Acerbi, Piagni, Manzoni, Milani (20’ st Cortesi), Vacca, Volpini, De Filippis (14’ st Diana), Trovato (25’ st Pirona), Panigada (30’ st Volpi), Perini, Odi (42’ st Necchi). All.: Tanelli

Arbitro: Pojani di Brescia

Reti: 44’ pt Odi, 10’ st Dognini

Primo punto in campionato per un Città di Sangiuliano che mostra evidenti segnali di crescita. Gli accorgimenti tattici di Paolo Tanelli danno sostanza a una squadra che sembra solo aver bisogno di sbloccarsi soprattutto dal punto di vista psicologico. Il bicchiere resta mezzo pieno dopo il pareggio sul campo della Soresinese al termine di una gara che ha visto i gialloverdi imporre il proprio gioco per lunghi tratti. Al suo esordio, dopo solo un allenamento, Tanelli disegna un 4-2-3-1 con Acerbi tra i pali e linea difensiva composta da Vacca (che indossa anche la fascia di capitano) e Volpini centrali, mentre Piagni e Manzoni sono gli esterni. Davanti alla difesa Milani con Trovato e sulla linea dei trequartisti De Filippis e Odi giostrano sugli esterni mentre Perini è il centrale più avanzato a sostegno di Panigada attaccante centrale. Prima iniziativa di marca sangiulianese al 15’ con Panigada che da fuori area impegna Buonaiuto. La Soresinese si fa vedere al 20’ con un tiro girare di Lahdili che Acerbi neutralizza. Il Sangiuliano va vicino al vantaggio al 40’ quando Panigada va via sulla sinistra, salta l’uomo, mette al centro per Perini che manda fuori di un soffio. Gara che si sblocca poco prima del riposo quando Manzoni velocizza una rimessa laterale servendo Panigada che dalla sinistra supera un avversario e serve Odi che di testa non fallisce il bersaglio. Nella ripresa De Filippis va in rete all’8’, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Due minuti dopo Dognini firma il pareggio. La squadra di Tanelli non ci sta e al 23’ va a un passo dal nuovo vantaggio con Perini che serve su punizione Panigada che da centro area spara in porta con una rovesciata, il portiere respinge, riprende Cortesi che gli calcia però addosso. Prima del fischio finale due clamorose opportunità per i gialloverdi, prima con un fallo di mano in piena area di rigore non ravvisato dall’arbitro e poi con Necchi che lanciato da un colpo di testa di Volpi, si trova tutto solo davanti a Buonaiuto che gli chiude lo specchio.

Prima Squadra

Non riesce l’impresa in Coppa, Sangiu eliminato

Città di Sangiuliano – Vittuone 1-2

Città di Sangiuliano: Dudiez, Pansini (44’ st Riccardi), Manzoni (20’ st Perini), Milani, Volpini, Piagni, De Filippis (38’ st Graci), Trovato (27’ st Pirona), Odi, Monteverde (1’ st Necchi), Panigada. All.: Cera

Vittuone: Malerba, Bianchi, Pisoni (20’ st Razzini), Fedeli, Iacono, Foresti, Gemmi (20’ st Battaglia, Granata, Maugeri (27’ st Ceresani), Bottara (20’ st Dibetto), Musso (15’ st Barbieri). All.: Annoni

Arbitro: Gambirasio di Bergamo

Reti: 33’ pt Panigada, 5’ st Granata, 7’ st Maugeri

Serviva una vittoria con tre gol di scarto, ma non è riuscita l’impresa, così il Sangiuliano esce dalla Coppa Italia dopo la sconfitta con il Vittuone. Gialloverdi subito vicini al vantaggio con il colpo di testa di Odi che si perde fuori di un soffio. Al 23’ ci prova De Filippis, ma la sua conclusione è troppo centrale e debole per impensierire Malerba. La gara si sblocca al 33’ del primo tempo con il colpo di testa di Panigada che impatta benissimo sull’angolo di De Filippis. Qualche istante dopo Volpini sfiora subito il raddoppio con un colpo di testa che finisce di poco a lato. Nel finale di tempo Vittuone a un passo dal pareggio con il colpo di testa di Bottara sul quale Dudiez salva d’istinto. Nella ripresa subito Sangiuliano pericoloso con la punizione di De Filippis che attraversa tutta l’area. Ospiti che rispondono con la conclusione di Maugeri da dentro l’area, deviata in angolo. Al 5’ arriva la rete che taglia le gambe ai gialloverdi con Granata che sfrutta un’indecisione difensiva e fa secco Dudiez.
Due minuti dopo il Vittuone ribalta tutto con Maugeri che da pochi passi mette in rete il palone del 2-1.

Prima Squadra

Matteo Landini esonerato dalla guida tecnica della prima squadra

Asd Città di Sangiuliano comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra Matteo Landini e dal ruolo di preparatore atletico Diego Canonico.
A loro vanno i più sentiti ringraziamenti da parte di tutta la società per il lavoro sin qui svolto, per la professionalità e correttezza dimostrata, sin dal primo giorno, oltre che i migliori auguri per le future esperienze professionali.
In particolar modo la proprietà e tutta l’Asd Città di Sangiuliano desiderano ringraziare mister Matteo Landini per il comune percorso di questi due anni, ricco di soddisfazioni e di successi che hanno portato la squadra dalla Seconda Categoria alla Promozione, condividendo un progetto che avrà sempre in mister Landini uno dei suoi principali protagonisti e il cui nome resterà nella storia della nostra società.
Asd Città di Sangiuliano comunica inoltre che l’allenamento di questa sera verrà diretto dal tecnico della Juniores Tommaso Papa, in attesa della nomina del nuovo allenatore.

Prima Squadra

Esordio in campionato amaro

Barona – Città di Sangiuliano 2-1

Barona: Musci, Novi (35’ st Marinoni), Pecchia, Silvestrini (45’ st Stroppa), Lella, Mantineo, Zananboni (9’ st Masoero), Ruberto (25’ st Spinelli), La Manna, Santoiemma, Pellegrino. All.: Abbafati

Città di Sangiuliano: Acerbi, Diana (26’ st Secchi), Alessi, Cortesi (37’ st Trovato), Vacca, Volpini, De Filippis, Perini, Volpi, Monteverde (40’ st Pirona), Panigada. All.: Landini

Arbitro: Nisticò di Sesto San Giovanni

Reti: 37’ pt Vacca, 36’ st Pellegrino, 41’ st La Manna

Dopo la Coppa Italia, arriva una sconfitta anche in campionato per il Città di Sangiuliano che viene rimontato nella gara d’esordio contro la Barona. Senza Milani e Odi squalificati, Landini conferma il 4-3-3 con Acerbi tra i pali, Diana e Alessi sulle corsie esterne e Vacca e Volpini centrali di difesa. A centrocampo Perini staziona in cabina di regia con Monteverde e Cortesi a supporto. In attacco tridente composto da Volpi, Panigada e De Filippis. Prima iniziativa di marca sangiulianese al 15’ quando De Filippis va via sulla destra, mette al centro, dove un difensore anticipa all’ultimo Panigada. Rispondo i padroni di casa al 19’ con un bello scambio che porta alla conclusione La Manna, ma Acerbi è attento e blocca a terra. Dopo un tentativo di De Filippis dalla destra, la gara si sblocca al 36’ quando Panigada dalla bandierina trova il colpo di testa vincente di Vacca. Nella ripresa subito Panigada che va via di forza sulla sinistra, vince un rimpallo che per poco sorprende il portiere locale. Al 16’ gialloverdi a un passo dal raddoppio con il tiro dalla destra di Cortesi che un difensore salva sulla linea. Con il passare dei minuti però si spegne la luce in casa gialloverde e la Barona sale di tono. Alla mezz’ora Pellegrino si libera bene, poi Masoero conclude, ma Acerbi si oppone. Qualche minuto dopo lo stesso Pellegrino si accentra dalla destra e con un velenoso sinistro trova il pareggio. Padroni di casa che adesso ci credono e al 39’ lo scatenato Pellegrino sfugge sulla destra, mette al centro dove Acerbi in volo salva. Al 41’ si completa la rimonta dei milanesi ancora con Pellegrino protagonista che dal limite trova il tocco vincente di La Manna per il definitivo 2-1.